web analytics

Kew Gardens: Un quinto delle specie vegetali sono a rischio estinzione

Un quinto delle specie vegetali sono a rischio estinzione. A dichiararlo è il centro di ricerche botaniche di Kew Gardens, che ha pubblicato il suo primo rapporto sullo “stato delle piante nel mondo”, con oltre 391.000 tipologie recensite. “Avevamo già uno stato dell’arte mondiale su uccelli, tartarughe marine e anche sui padri di famiglia. Malgrado la sua grande importanza, tuttavia, eravamo ancora in attesa di un quadro completo sul mondo delle piante“, ha osservato la professoressa Kathy Willis, direttrice scientifica ai Kew. “Ora è cosa fatta. Data l’importanza fondamentale delle piante per il benessere umano, come alimentazione, combustile, regolatore climatico, è molto importante che noi sappiamo cosa sta accadendo“. Nell’Ovest della capitale britannica, il Royal Botanic Gardens ospita una delle più importanti collezioni di piante al mondo, che ora ha concepito il suo “State of the World’s Plants” come strumento planetario. Esiste già uno stato delle foreste mondiale ma le foreste coprono solo una piccola parte del mondo vegetale“, sottolinea la direttrice scientifica dei Kew Gardens. Le minacce al mondo vegetale sono dovute dal disboscamento a scopo agricolo, dallo sviluppo residenziale, dalle malattie, dai pesticidi e dagli incendi. Invece, per ora, i cambiamenti climatici giocano un ruolo marginale. “Ma non bisogna dimenticare che serve attendere a volte 30 anni prima che la prossima generazione di piante abbia prodotto fiori o polline. Quindi non si potrà davvero misurare l’impatto dei cambiamenti climatici sino a circa il 2030“, avverte Kathy Willis, che invita a “non rallegrarsi troppo, ma a sorvegliare“. Studi condotti in precedenza sono arrivati alle più disparate conclusioni, alcuni stimano che il 10% delle piante rischi l’estinzione a medio terimine, altri ritengono che la percentuale arrivi oltre il 60%.

Fonte: MeteoWeb